LongXiaoBao, Changsha – China

Share

Viviamo in un’epoca in cui se uno è storpio non può essere chiamato storpio, se uno è gobbo non può essere chiamato gobbo, se uno è cieco non può essere chiamato cieco, se uno è nero non può essere chiamato nero, neppure si può chiamare spazzino uno spazzino.

Una cultura bigotta del “politically correct” in cui pur scrivendo e parlando così correttamente (e additando come razzista chi non lo fa) poi non si agisce di conseguenza, anzi impera la cafonaggine, nella vita reale:  una correttezza solo esteriore che nasconde la brutalità delle azioni.

Sono anni che non vedo più nessuno alzarsi su mezzi pubblici per far posto ad una persona anziana.

L’apparenza. …

In questo ristorante di noodle si gioca con la dualità di elementi apparentemente disparati; rustico e raffinato, tradizione orientale e rappresentazione occidentale.

Alla fine però conta che la ciotola contenga un buon prodotto: sempre alla sostanza si arriva, comunque la si chiami.

Credit Pics @ Peter Dixie for LOTAN Architectural Photography
Architect: Lukstudio

Share