Rovagnati acquisisce quota minoritaria di PanB

Share

PanB amplia la sua compagine azionaria aprendo le porte a un nuovo partner finanziario: il re dei salumi Rovagnati, che acquisisce, in aumento di capitale, una quota minoritaria del format “Panbolla”. Un primo passo verso la crescita e l’espansione del marchio sia in Italia che all’estero. Nei prossimi 18 mesi, infatti, PanB attuerà un ambizioso piano di espansione che inizierà dai centri commerciali del Nord Italia, passando per il centro di Milano con l’apertura del suo primo flagship store.


PanB è un concept di paninoteca di nuova generazione fondato da Adriano Continisio e Paola Sersante, insieme ad altri partner, con la supervisione di Raniero Proietti (che vanta una lunga esperienza nel mondo internazionale dell’investment banking e del private equity ) che vuole dimostrare che l’Italian style è un mood da perseguire sempre, dalle tavole stellate a quelle più democratiche del fast food.

Un progetto innovativo che viene da lontano, dall’esperienza trentennale di Adriano Continisio da sempre appassionato di lievitati e che ha trasformato la sua passione nata con un blog in un progetto che sta riscuotendo sempre più interesse. Un pane unico al mondo, frutto di un lungo percorso di studio e di sperimentazione.


«L’unicità di questo prodotto panario lievitato per più di 48 ore – spiega Continisio – è legata al metodo di preparazione, che avviene sotto una campana di vetro che crea un ambiente tecnicamente sfavorevole alla cottura, ma che per il Panbolla è il punto di svolta e di forza innovativa. Questo pane cuoce a un terzo del tempo di un altro qualsiasi prodotto della stessa pezzatura in un qualunque altro forno». Una cottura molto rapida che dona caratteristiche distintive, «Dal colore del bordo, dall’assenza di una crosta che lascia spazio a una pellicina croccante – continua Continisio – fino alla mollica che c’è ma, per la sua estrema leggerezza, quasi non si avverte alla masticazione».


Diverse anche le pezzature rispetto ai classici panini da fast food che attualmente si attestano intorno agli 80 grammi. Il Panbolla, proprio per la sua leggerezza e la sua scioglievolezza, può arrivare fino a un peso di 120 grammi senza risultare troppo impegnativo. Elemento di fascino e caratterizzante il concetto è la fase di cottura del Panbolla che avviene in una campana di vetro sotto gli occhi di chi frequenta i due punti vendita Pan B, uno al Centro Commerciale Torribianche di Vimercate e l’altro al centro commerciale Oriocenter di Bergamo.


Il progetto è stato messo a punto nel 2007 e oggi, seguendo un processo di continue sperimentazioni, dà vita a due versioni salate, una con farina semi integrale e l’altra con l’aggiunta di farina di segale, e una dolce, il Bollicino, ripieno di creme di varia tipologia, per una produzione di oltre 600 pezzi al giorno. Il tutto secondo un metodo che garantisce la replicabilità di un modello di produzione che è il punto di forza della ricetta.


Oggi quindi l’ingresso nella compagine azionaria di un gruppo italiano importante e autorevole come Rovagnati S.P.A. rappresenta il giusto riconoscimento per il lavoro sin qui svolto, per la continua ricerca di qualità anche delle materie prime e gli ingredienti utilizzati per le farciture.

Credit pics @ PanB

Share
By using this website, you agree to our use of cookies. We use cookies to provide you with a great experience and to help our website run effectively.