L’Ile Douce

Share

L’Ile Douce ha aperto lo scorso 15 ottobre in via Porro Lambertenghi 15, nel quartiere Isola di Milano. Sarebbe riduttivo descrivere il locale come una semplice pasticceria di ispirazione francese perché in realtà è di più; infatti dalla colazione, alla pausa pranzo (con l’immancabile brunch domenicale), al tè pomeridiano, questo locale si distingue per la qualità delle materie prime, la precisione nella tecnica e l’accoglienza riservata al cliente.

L’ambiente di120 mq con laboratorio dalla doppia esposizione, interna e sulla strada, è accogliente. La cifra stilistica è il gusto retrò tipico delle pasticcerie parigine: i colori pastello alle pareti che riportano frasi celebri, i tavoli in legno, la boiserie della sala da tè arricchita di cornici e specchi, il pavimento in legno, le luci calde, piatti, bicchieri e calici di pregiata fattura e le posate di design richiamano un mood raffinato e rilassato.


Il banco da pasticceria lungo tre metri è di pregiato marmo bianco di Carrara e richiama la vetrine di una gioielleria, perché tali in effetti sono le creazioni dello pastry chef Fabrizio Barbato, imprenditore con altre tre soci di questa attività, che si dividono in saisonnier, diverse ogni stagione , e signature, grandi classici o suggestioni per sorprendere il palato.

A pranzo troviamo proposte salate, classiche o piatti più particolari proposti a rotazione. La formula per il pranzo consiste in un piatto principale a scelta, un piccolo dolce, acqua e caffè. Il tè pomeridiano qui è un vero e proprio rito, lussuoso, condotto dal tè sommelier Lorenzo Celentano che propone dodici miscele Dammann Frères, tutte servite in teiere trasparenti, mentre una clessidra segna il tempo dell’infusione, accompagnate da selezioni di mignon di pasticceria dolce e salata. Per il caffè invece una proposta di monorigini selezionate; centrifughe fresche, succhi biologici, spremute ed estratti completano l’offerta.
Nel weekend e festivi come detto non manca il brunch servito ai tavolini: piatto principale con uova in primo piano (cucinate in molteplici modi) e selezione di finger food dolce e salato. Ad accompagnare tutte le proposte una buona selezione di vini e champagne selezionati tra piccoli produttori italiani e stranieri.
Un locale di eccellenza che farà la storia dei dolci a Milano.

Center map

Share