Ice Scream

L’ispirazione probabilmente nasce dal postmodernismo anni ’80 del gruppo Memphis (Ettore Sottsass & co): Ice Scream infatti unisce a quella partitura, una manciata di pop art e un pizzico dello stile Kitsch degli anni ’50. Ed è così che anche il Bronx porta il proprio contributo al mondo del design.


L’ingresso rivestito da tavole di legno naturale è un caldo benvenuto verso l’interno, caratterizzato da cinque archi, incastonati nelle pareti e accentuati dall’illuminazione a led multicolore che lentamente alterna varie tonalità, creando un movimento perpetuo che segue con discrezione l’architettura dello spazio; lo stesso gioco di luci è ripetuto attorno al perimetro del soffitto.


Quattro archi sono rivestiti di piastrelle rosa e caratterizzati da slogan, uno diverso per ogni arco, in legno retroilluminato. “Ice Scream is better then therapy”, è uno dei mantra che ricorda l’estasi che il gelato vuole trasmettere.


Un tavolo comune, in quercia bianca su base rosa, domina l’ambiente in modo baricentrico.
Il pavimento bianco aggiunge un contrasto lieve alla tavolozza pastello tenue.

Lungo le pareti alti tavoli in legno i cui bordi sono avvolti in lamiera di ottone per essere abbinati ai dettagli del tavolo centrale.


Il bancone richiama il caratteristico motivo multicolore del marchio. Rosa pastello, blu e giallo formano una stampa mimetica astratta sovrapposta a forme geometriche bianche.


Un ambiente vivace ma rilassato, morbido, proprio come il gelato all’azoto liquido che qui viene servito.

Credit pics @ Costas Picadas
Architect: Asthetíque

Ice Scream
200 Baychester Ave #129a, The Bronx, NY 10475, Stati Uniti
Telefono: +1 718-663-2080