Starbucks on the move

Share

La sede di Seattle di Starbucks si affaccia sulla zona portuale dello Stretto di Puget, le cui sponde sono coperte di container: per questo è stato forse spontaneo immaginarsi modi alternativi per riutilizzare quelli vecchi riconvertendoli in caffetterie drive through. Nel 2012 nello stato di Whashington, a Tukwila, venne dunque inaugurata da Strabucks la prima caffetteria ricavata da un container su una superficie di circa 42 metri quadrati.

Con questo prototipo Starbucks ha fatto suoi ancora di più i principi di eco sostenibilità, già presenti in azienda, che mirano al riutilizzo dei materiali, al risparmio energetico e al riciclo dell’acqua piovana. La caffetteria-container è stata progettata internamente dal team di architetti della multinazionale rispettando lo standard americano LEED (Leadership in Energy and Environmental Design) per le costruzioni verdi.

Non solo quindi si è rivelata un’idea eco-friendly, ma ha anche aiutato la catena di Seattle ad essere presente in aree urbane precedentemente ritenute troppo piccole per ospitare uno Starbucks. Questo progetto avvicina il colosso della West Coast al proprio sogno di “A Starbucks on every corner”, un punto vendita in ogni strada insomma. Il successo è stato tale infatti da venire replicato fino ad arrivare ad altri 45 punti vendita negli States.

Di recente inoltre Starbucks ha realizzato, ancora una volta prima di tutti, qualcosa di incredibile: a Northglenn, Colorado, una gru ha issato un’intera caffetteria e l’ha trasportata in nuovo appezzamento di terreno distante circa un chilometro e mezzo dal precedente. L’intero processo, per traslocare un’intera attività commerciale mura comprese, è durato circa tre settimane; come dire più avanti c’è…..Starbucks


Share