Enrique Tomás apre a Roma

Share

Il noto produttore di prosciutti iberici ha aperto con successo i primi due negozi nella città di Roma, nei centri commerciali Parco Leonardo ed Euroma2, e confida nella buona accoglienza del pubblico italiano per continuare l’espansione con altre nuove aperture nel 2018 sempre a Roma.

Qualità nel prodotto e nel servizio: due valori in cui l’azienda crede fermamente, ovvero offrire a ogni cliente un’esperienza di qualità che non riguarda solo la vendita di un buon prodotto.

Per Xavi Bru, direttore del marketing e delle comunicazioni, la formazione dei dipendenti è importante quanto il prodotto venduto. “Vogliamo che il cliente che visita i nostri negozi in Spagna, Roma, Parigi o Londra, si senta servito da esperti, da persone che conoscano molto bene il mondo del prosciutto e che siano disposti a condividere le loro conoscenze”, trasmettendo così la passione con cui l’imprenditore spagnolo di Badalona ha iniziato.

Per le prime aperture di Enrique Tomàs, in franchising, in Italia l’azienda ha investito molto nella formazione dei team, che hanno trascorso tempo con esperti aziendali Jamoneros per conoscere puntualmente tutti i processi di produzione e affinamento del prosciutto e l’importanza di trasmettere tali processi con passione. “E ‘inutile avere il miglior prosciutto esposto in una bella vetrina se non ci sono persone appassionate per spiegare che cosa sia e, naturalmente, aiutare ogni cliente a trovare ciò che vuole”.

Credo debba investire anche nel design che è a mio giudizio completamente da rivedere.

Fino ad oggi, acquistare il prosciutto Enrique Tomàs in Italia era possibile solo attraverso le vendite online sul sito web dell’azienda, ma ora il cliente italiano potrà vivere l’esperienza completa, acquistare i migliori pezzi interi o affettati o consumarli in loco su un tagliere accompagnati da una bevanda.

Enrique Tomas, proprietario della catena che porta il suo nome, avviata quasi 40 anni fà e la più grande nel mondo per quanto riguarda i punti vendita, ha aperto nel 2017 15 negozi e prevede di aprirne altri 17 entro il primo trimestre del 2018, tra cui a Barcellona, ​​Madrid, Bilbao, Londra e Roma, con l’obiettivo di di avere 100 negozi a Barcellona, ​​100 a Madrid, 100 nel resto della Spagna e 200 nelle città di tutto il mondo.

Enrique Tomàs


Share